Automazione dei magazzini: i trasloelevatori

Trasloelevatori

Automazione dei magazzini: i trasloelevatori

Tra le automazioni industriali progettate e realizzate da Uteco-Contec, i trasloelevatori sono, insieme ai miniload, elementi molto importanti nell’automazione dei magazzini.

trasloelevatori sono robot a tre assi utilizzati solitamente nella movimentazione dei magazzini, appunto, e possono raggiungere e superare i 12 metri d’altezza (l’oscillazione varia dai 6 ai 46 metri).

Solitamente, i trasloelevatori sono composti da un telaio mobile che si muove in verticale su una colonna (che si muove su due ruote portanti che scorrono su una rotaia) e trasla su un corridoio delimitato da due scaffalature. Sulla parte superiore si trovano le ruote di contrasto che mantengono il traslatore in verticale e lo fanno scorrere su un profilato d’acciaio, mentre il telaio mobile del trasloelevatore scorre sulla colonna per mezzo di catene o funi portanti.

Esistono in commercio due tipologie di trasloelevatori, monocolonna e bicolonna (cioè a una o due colonne, appunto), e possono essere anche multicorridoio, il che significa che un trasloelevatore può passar da un corridoio a un altro attraverso un ponte di trasbordo. Il sollevamento dei trasloelevatori può essere a fune, a cinghia o a catena, in base al tipo di carico che devono trasportare (sia per ciò che riguarda il peso che per ciò che riguarda le dimensioni).

Sono detti miniload (ne abbiamo parlato brevemente all’inizio dell’articolo) quei trasloelevatori che sono destinati alla movimentazione di merci molto leggere.