Anatomia di un magazzino automatizzato

trasloelevatori

Anatomia di un magazzino automatizzato

Rendere il lavoro di stoccaggio qualcosa di organico all’interno del processo di produzione, e non soltanto un deposito dove mettere da parte la merce in vista della sua spedizione. Questo è il compito di Uteco Contec, l’azienda che opera nel modenese ma colloca i propri sistemi di gestione dei magazzini automatizzati in oltre venti Paesi al mondo.

Il complesso sistema alla base dei magazzini automatizzati

Quello dei magazzini automatizzati è un sistema complesso, regolato da quel “cervello” invisibile che è il software di controllo e gestione della logistica. Nel loro operare, i trasloelevatori necessitano di una precisa organizzazione per svolgere la loro funzione di sostegno all’intera filiera della logistica di magazzino. Trattasi di uno dei punti di forza diUteco Contec, capace di realizzare sistemi di trasloelevatori sterzanti, con cambio corsia, a singola o doppia attrezzatura per rendere fluidi e dinamici anche i sistemi provvisti di riubicazione.

Dotati di una struttura a colonna singola o doppia, per portate superiori alla tonnellata, questi sistemi rappresentano la struttura portante di un magazzino automatizzato, che consente di mettere in comunicazione il processo di ubicazione con quello fluido della distribuzione.

Automatismi per l’industria

I sistemi di logistica integrata dei magazzini automatici sono studiati al fine di rendere sempre più rapido e preciso il processo di stoccaggio. Con elevate prestazioni e una non trascurabile flessibilità, i robot, i pallettizzatori automatici e i bracci meccanici di Uteco Contec sono tutti elementi che rendono quanto più preciso possibile il sistema di automazione industriale e consentendo il completamento di tutte le operazioni richieste dalle esigenze del cliente.